SCANIA E KTH DI STOCCOLMA PROGETTANO UN TELAIO PIÙ LEGGERO DEL 40%

Scania, in cooperazione con il ricercatore Magnus Burman dello KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma, sta studiando il potenziale di utilizzo di materiali leggeri sia nella struttura dei telai sia in altre parti portanti del veicolo.

Si tratta del telaio del futuro? Le ricerche svolte hanno dimostrato che l’uso di materiali compositi nella struttura del telaio dei veicoli per il trasporto di merci e persone consente di ridurne il peso fino al 40%. L’innovativo telaio quindi permetterebbe di massimizzare la capacità di carico e ridurre i consumi, soprattutto per quanto riguarda bus urbani e veicoli per distribuzione.

Da sottolineare inoltre la maggior libertà progettuale che deriva dall’uso di materiali compositi. Le soluzioni che si prospettano sono sicuramente indirizzate su servizi sempre più su misura, in grado di rispondere alle esigenze dei clienti garantendo loro massimi livelli di profittabilità.